20 argomenti per far funzionare le tue newsletter (e 5 tecniche utili)

Scritto il 11 aprile 2016

L’email marketing è uno dei modi migliori per mantenere interessati, attivi e informati i tuoi contatti.

A patto di farlo per bene.

Ti è mai capitato di trovarti di fronte il vuoto pensando agli argomenti da inserire nella tua prossime newsletter? O di sceglierne uno non proprio… “efficace”?

Allora leggi questo articolo per scoprire come puoi far funzionare davvero le tue newsletter!

 

La prima cosa da tenere a mente se vuoi che il tuo email marketing abbia successo è mantenere alta la qualità dei contenuti, fornendo ai tuoi lettori informazioni utili e di valore.

Le persone sono stufe dello spam! Ogni giorno ricevono decine di email pubblicitarie che finiscono direttamente (o quasi) nel cestino della loro posta elettronica. Vuoi distinguerti dalla massa? Allora punta al sodo, alla qualità dei tuoi contenuti e della loro presentazione.

Ecco qui per te 20 argomenti che renderanno le tue newsletter ed email non solo uniche, ma anche interessanti da leggere per i tuoi lettori:

  1.  Consigli “di stagione” per chi vende casa (in inverno, in estate, ma anche nel periodo di Natale o Pasqua)
  2.  Consigli per chi compra casa per la prima volta
  3.  Consigli per chi vende casa per la prima volta
  4.  Come risolvere dei piccoli problemi all’esterno della casa
  5.  Le ultime tendenze per quanto riguarda l’arredamento di una certa stanza o spazio (bagno, salotto, giardino,…)
  6.  Aggiornamenti sul mercato immobiliare, a livello locale e/o a livello nazionale
  7.  Informazioni e novità sui mutui
  8.  Truffe a cui stare attenti quando si compra casa
  9.  Novità in edilizia
  10.  Qual è il momento migliore per vendere o comprare casa?
  11.  Trucchi fai da te per sistemare il giardino o il vialetto d’ingresso
  12.  Eventi, festività e sagre locali
  13.  Consigli per la casa per chi ha degli animali domestici
  14.  Presentazione di una casa di lusso in vendita sul tuo sito web
  15.  Consigli generali per chi trasloca
  16.  A chi rivolgersi, a livello locale, per traslocare, ristrutturare casa,…
  17.  Piccole accortezze per far aumentare il valore della propria casa prima di metterla in vendita
  18.  Progetti fai da te per la casa
  19.  La sicurezza in casa
  20.  Consigli per il riciclo creativo dei materiali in casa

 

Dedicare energie alla stesura delle newsletter ti ripagherà sicuramente. Esse sono uno degli strumenti più utili che hai a disposizione per rinforzare il tuo rapporto con i contatti che hai raccolto, per farli ritornare più volte sul sito web della tua agenzia immobiliare e trasformarli quindi in clienti.

 

Ci sono poi alcune tecniche che puoi utilizzare per rendere più efficaci le tue newsletter. Sicuramente ne conoscerai già qualcuna, qui te ne presento 5.

– Usare le infografiche. Scrivere una newsletter sotto forma di infografica è un modo divertente per presentare i tuoi contenuti, ed inoltre ottiene un alto tasso di apertura e lettura dell’email da parte dei tuoi contatti. Ma attenzione a non esagerare! Inviare solo infografiche stancherà presto i tuoi lettori.

– La scrittura di email brevi o abbastanza brevi, chiare e semplici, utilizzando un solo font (cioè un solo tipo di carattere) o al massimo due. Usare le immagini è una scelta personale: è vero che possono rendere la lettura più piacevole però, allo stesso tempo, allungano i tempi di download. Anche qui il mio consiglio è: non esagerare.

– La frequenza di invio. L’importante, quando si tratta di email marketing, è ravvivare continuamente il rapporto con i tuoi contatti, tenerli aggiornati sulle novità, informarli periodicamente dei servizi offerti dalla tua agenzia immobiliare. L’invio delle newsletter deve perciò essere costante. Ma ogni quanto inviare le tue newsletter? Da 1-2 volte alla settimana, fino ad una volta ogni due settimane dovrebbe essere una frequenza efficace per riuscire ad ottenere dei risultati. Se inviate troppo spesso, le tue email potrebbero essere considerate fastidiose o addirittura spam. Se inviate troppo di rado potrebbero perdere la loro efficacia. Per prendere una buona decisione, ti consiglio di analizzare attentamente la tua situazione, rispondendo ad esempio alle seguenti domande:

  1. Quanto saranno lunghe, in media, le tue newsletter?
  2. Quanto tempo vuoi dedicare alla stesura delle email? Ad esempio, hai il tempo di trovare argomenti interessanti e scriverere newsletter utili 2 volte a settimana per i prossimi 3 mesi?
  3. Vuoi scrivere tu stesso le newsletter o preferisci automatizzare questo processo affidandolo ad un collaboratore?

– La correttezza grammaticale. Le newsletter scritte male, con errori grammaticali od ortografici, ti faranno perdere contatti molto in fretta… Vuoi un consiglio? Rileggile diverse volte e falle leggere anche da un tuo collaboratore almeno una volta prima di pubblicarle.

NOTA BENE: i messaggi di conferma. Se per iscriversi alla tua newsletter c’è bisogno di confermare il proprio indirizzo di posta elettronica, assicurati che le email di conferma vengano inviate velocemente, istantaneamente, o rischi di perdere dei contatti prima ancora di averli raccolti davvero!

 

Hai provato o visto altre tecniche che si sono rivelate molto efficaci per il successo della tua newsletter? Parlane con noi nei commenti qui sotto!



    Vuoi dire la tua?

    Confermando l’invio di questo modulo dichiaro di aver preso visione dell’Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679. Voglio ricevere newsletter ed aggiornamenti. (Visualizza l’informativa sulla privacy)

    Puoi utilizzare alcuni tag HTML